Firenze dei Bambini

“Io avevo dato il segnale “via libera” per il cielo. Se mi avessero capito, ora tutti saprebbero volare.” (Gianni Rodari, Favole al telefono, 1962)

Così, tanti anni fa, un semaforo diventato improvvisamente blu spiegava a piccoli e grandi il valore dell’invenzione e della reinvenzione, ricordava con il suo gesto e con le sue parole l’importanza di uno sguardo trasversale, leggero eppure pervasivo, giocoso e insieme serissimo. Mai come in questo periodo gli insegnamenti di Gianni Rodari (1920-1980), di cui nel 2020 ricorre il centenario della nascita, si presentano attuali e importanti, capaci di restituire ai diritti e ai doveri di ogni individuo – bambino o adulto che sia – i loro significati più profondi e più veri. Ecco perché il Comune di Firenze e MUS.E, grazie al supporto di importanti partner e sponsor, si sono impegnati per offrire alla famiglie un’edizione speciale dell’evento Firenze dei Bambini, previsto la scorsa primavera e annullato a causa del lockdown.

L’iniziativa, circondata dalle incertezze che regolano il nostro vivere di questi mesi e naturalmente strutturata sulla base delle normative di sicurezza, propone così un’esperienza quasi magica: nel fine settimana del 3 e 4 ottobre 2020 i bambini, i ragazzi e i loro genitori potranno infatti prendere parte ad alcuni importanti eventi e spettacoli ispirati al mondo di Gianni Rodari; un mondo immaginifico, semplice eppure ancora oggi disarmante. In stretta correlazione con l’attualità, l’evento apre così a uno sguardo alto e positivo verso il reale: in questo senso l’approccio di Rodari, capace di analizzarne con acume e profondità le diverse sfaccettature senza perdere mai l’ironia, l’incanto e la fantasia, si offre come uno spunto per leggere il nostro quotidiano in forma critica e insieme creativa, individuando entro la propria individualità e la propria comunità le risorse per superare e trasformare le sfide che ci pone. Perché, come ci insegna Rodari, “le favole dove stanno? Ce n’é una in ogni cosa: nel legno del tavolino, nel bicchiere, nella rosa.” (Gianni Rodari, Filastrocche in cielo e in terra, 1960)

Dal 30 settembre il programma completo sarà disponibile online.

Guarda il video dell’edizione 2019

Guarda le edizioni precedenti

Vai all’archivio >>

 

 

sponsor

 

 

 

 

 

grazie a